martedì 25 marzo 2014

GHIRLANDA DI PRIMAVERA

Care lettrici rieccomi dopo una lunga assenza, a proporvi una bella ghirlanda per la primavera!
Mi sono armata di colla, una ghirlanda di potature fatta da me ovviamente, stoffe fiorite e colorate, ago e filo.
Per prima cosa ho fatto su un cartoncino il modello di un cuore, calcolando la misura adatta per la ghirlanda, poi scelto la stoffa, ho cominciato a ritagliare i vari cuori. Li ho cuciti a mano e imbottiti, in tutto ne sono venuti 8. Poi ho misurato la circonferenza della ghirlanda, e l'ho riportata in doppia misura su stoffa, cosicché ho ricavato una lunga striscia da arricciare tutta. Con la colla a caldo ho incollato prima l'arricciatura, poi ho cucito dei bottoni al centro di ogni cuore, e li ho incollati sopra l'arricciatura. Ho concluso con un bel fiocco di raffia verde, e due cuoricini che pendono di sotto.
Bé il risultato è stato stupendo ed ora l'ho appesa in salotto dove posso ammirarla ed essere soddisfatta di me!!
Voi che ne pensate? Provate a farla anche voi e fatemi sapere...


mercoledì 25 settembre 2013

LIEVITO MADRE

Eccomi di nuovo con voi care lettrici, dopo questa lunga assenza ritorno a scrivervi i miei esperimenti in cucina. In questo periodo di assenza ho voluto provare a fare il lievito madre per panificare e devo dire che ho ottenuto risultati strepitosi. Quindi oggi vi posterò la ricetta:

INGREDIENTI
200 g. di farina 0
100 g. di acqua temperatura ambiente
1 cucchiaino di miele di acacia

Mettete in una terrina la farina, l'acqua e il miele. Impastate il tutto e conservate il composto in frigo dentro un barattolo di vetro. Devono passare 48 ore poi, prendete di nuovo l'impasto e pesatene 200 g quindi ci aggiungete 100 g di acqua e 200 g di farina 0. Questo è il primo rinfresco, e come noterete il peso della farina deve essere sempre uguale al peso del composto, mentre l'acqua la metà di entrambi; quindi se volete farne di più per esempio 300 g di composto, utilizzerete 300 g di farina e 150 g di acqua. Dopo aver rinfrescato l'impasto, mettetelo di nuovo nel barattolo di vetro lavato e asciugato, e riponetelo nel frigo per altre 48 ore. Riprendere il composto e rinfrescarlo di nuovo, sempre 200 g il resto viene buttato via altrimenti ci invaderemo la casa di lievito madre. Riporlo in frigo per altre 48 ore, dopodiché lo dovete rinfrescare ogni giorno per una settimana. In questo modo saranno passati 15 giorni circa e il nostro lievito è pronto per essere utilizzato. Ricordatevi sempre quando lo utilizzate per esempio, se ne utilizzate 200 g per il pane, il restante lievito deve essere sempre rinfrescato a seconda del suo peso (di solito cominciando con 200 g a lievitazione sono sempre 400 g) e lo riponete in frigo fino a quando decidete di rifare il pane circa una settimana. Un altra cosa importante è che dovete rinfrescare il lievito la sera prima della panificazione e lasciarlo fuori a temperatura ambiente per utilizzarlo il giorno dopo. Se avete domande scrivete pure. Con questo metodo ogni settimana faccio del pane che è una bontà altro che quello del forno...
La prossima volta vi posto la mia ricetta del pane e pizza, intanto vi faccio vedere la foto del mio lievito che ormai ho da quasi un'anno.
 Osservate la porosità, quando lo avevo rinfrescato arrivava a metà barattolo, ma con 2 ore in frigo ecco il risultato...

martedì 27 agosto 2013

PER LE MIE LETTRICI...

Carissime lettrici, mi scuso tantissimo per la mia lunga assenza, purtroppo questa crisi mi ha portato parecchi problemi in famiglia, poi il mio piccolo Kevin che cerca tanto la mamma non mi da più un momento libero, credo che questi siano i rischi del mestiere... Tra pochi giorni ricominciano le scuole così avrò più tempo e mi posso dedicare alle mie attività rimaste in sospeso...
Spesso penso che mi manca tanto quel tempo che dedicavo al blog ma i problemi in famiglia sono stati tanti come a tante di voi, che mi hanno buttato a terra, sto ancora cercando di tirarmi su e sto sulla buona strada!!! Comunque ho tante cose da scrivere,  ricette preparate da me di cui ne sono orgogliosa perchè sono perfette!!
Ho letto i vostri commenti e le vostre domande riguardanti la pietra refrattaria e vi dico che io la uso spesso quando faccio la pizza rotonda e il pane, la scaldo un'ora prima e poi inforno. Vi posso assicurare che è stato un progetto davvero efficace avendo solo speso 5,00 euro per la malta refrattaria. Voglio comunque specificare che i progetti e le ricette postate nel blog sono perfette perchè prima provate e riprovate da me quindi andate sul sicuro ihihhiihih.
Ora vi abbraccio tutti e tornerò presto con tante nuove idee e consigli!!!

venerdì 22 febbraio 2013

2° TAPPA DE LE MODE DI PARIS

Ecco le foto della seconda tappa del sal con le mie amiche, devo dire che sta venendo bene!!!


Più continuo a ricamare questo schema e più mi convinco di farci due bei cuscini con una stoffa a fiori dei colori del ricamo...

venerdì 15 febbraio 2013

ARGENTO LUCIDO A LUNGO



... Ecco un prezioso consiglio della mia nonna per mantenere a lungo lucido l'argento appena lucidato, lo immergeva nell'acqua di bollitura delle patate per circa un'ora.
L'amido delle patate si fisserà sull'argento e creerà una patina che lo proteggerà dall'ossidazione.
Ora mi spiego perchè la sua argenteria è così luccicante.... e brava nonna!!!!

martedì 12 febbraio 2013

I MIEI LAVORI

Ecco a voi i miei lavori... Sono disponibili per vendita, se qualcosa vi piace mandatemi un'email per informazioni.
 
Addobbi per l'albero di qualsiasi genere... Fuoriporta casetta per ogni stagione o festività...

Presine stagionali...


Portapane con ricamo...



Pannelli per forno a piacere... Gallina portauova ideale anche come regalo per Pasqua ....

Presine a forma di zucca... Quadri a punto croce...















Deliziosi cuori stile shabby chic e casette primaverili con l'aggiunta di fiori in stoffa.....